What they say about us

" Album non adatto ai timpani delicati e ai cuori deboli, se avete amato il sound crunchoso degli anni novanta non può mancare nella vostra libreria, in più è una bella scarica di adrenalina per la scena musicale nazionale e, se queste sono le premesse, il successo non tarderà ad arrivare per Lucà e soci.

Tra i migliori gruppi italiani ascoltati negli ultimi mesi..."

"Se c’è un gruppo che può davvero competere con emuli stranieri in giro per il mondo, beh… questi sono The Blacklash"

"Un sound cupo, chiuso, per delle tonalità invece quasi sempre maggiori e avvincenti, che letteralmente traduce in musica il significato del nome della band, che significa “contraccolpo”. Una sorta di reazione positiva ad una grigia malinconia, rappresentata nel momento della sua contrapposizione"

" I The Blacklash non sfigurerebbero di certo in festival d’ampio respiro come il Glastonbury e gli stati d’animo preponderanti di questa musica dal forte impatto emozionale sono solo dei piccoli tasselli essenziali per comprendere, tra dinamiche distorte e pulite, un nuovo senso di coesione tra passato e futuro."

"Se questo è il buongiorno e il mattino è così radioso, non possiamo che prospettare una giornata fantastica per i milanesi The Backlash."

"3rd Generation, ep di esordio dei milanesi The Backlash, uscito nell’autunno dell’anno scorso ad opera della Rocketman Records più che un punto di partenza è  un’asserzione, siamo la terza generazione e siamo qui per dimostrarvelo"

“Le sei tracce contenute in “3rd Generation” sono un biglietto da visita potente, in cui la band dimostra un affiatamento e un’esperienza musicale paragonabile a gruppi ben più rodati”

 

“I Backlash pongono proprio le basi per una nuova British Generation, che abbia le proprie radici negli anni ’90 inglesi, ma che sia la miccia di qualcosa di nuovo.”

 

“Piacevolissimi, eleganti, raffinati ma energici allo stesso tempo. Sembra di ascoltare un gruppo che ha alle proprie spalle anni d’esperienza.”

 

“Con “3rd Generation” i The Backlash hanno dato prova delle loro capacità musicali, mostrandosi al pubblico per quello che sono: quattro ragazzi che sanno esattamente da dove provengono e sanno perfettamente dove vogliono andare, consci anche di un background musicale interessante che li accomuna e di un affiatamento che ha reso questo primo lavoro così avvincente e coinvolgente dal primo all’ultimo brano.”

© 2018 The Backlash